Scuola Secondaria I grado A. Pisano - Palaia (PI)

Anno Scolastico: 
2011-2013

Programma: 

 

1° Anno: 2011-2012
Classe: 3D         Insegnante: Anna Vitullo
Referente Biorobotics Institute:Elisa Buselli

OBIETTIVI FORMATIVI DEL LABORATORIO
- Capire che cos’è un robot e come funziona
- Individuare e assemblare i principali componenti di un robot.
- Conoscere i principi di funzionamento dei sensori e la loro funzione.
- Acquisire le prime basi di programmazione di robot.
- Approfondire la studio sui robot utilizzati in ambito ambientale.
- Progettare un robot che aiuti l’uomo nella salvaguardia ambientale.

PRODOTTI UTILIZZATI
- RoboDesigner

La classe è stata divisa in gruppi, ognuno dei quali ha costruito un prototipo, lo ha programmato e ne ha infine  personalizzato l’estetica. Di segito l’elenco dei robot progettati dagli studenti:

Tobia che le foglie porta via: Tobia spazza le foglie spostandole con le pale inferiori. Potrebbe essere alimentato a energia solare. Progettato da: Asia M., Anita, Francesco, Luca e Myr.
Pasquino lo spazzino: Pasquino lo spazzino si può muovere sia utilizzando sensori di contatto che ottici. Questi ultimi gli consentono di seguire una pista nera su fondo bianco. Presenta un braccio meccanico per sollevare i bidoni della spazzatura, spazzole ed una pedana posteriore. Progettato da: Chiara, Dario, Federica e Matteo.
Geremia la plastica porta via: Geremia è stato pensato per la raccolta della plastica, ha un braccio per la raccolta dei sacchetti ed un apposito alloggiamento per il loro trasporto. Progettato da: Asia R., Camilla, Michele, Pietro e Rosita.
Lucio l’abbattisudicio: Lucio l’abbattisudicio è dotato di spazzola e panni elettrostatici che catturano la polvere. Utilizza per muoversi sensori di contatto. Progettato da: Alessandro, Arianna, Domenico, Elisabetta e Giulia.

Questa attività è stata realizzata nell'ambito del Progetto ACARISS, finanziato dalla Regione Toscana - fondi PAR FAS 2007-2013 - www.acariss.it